1 Contrada Pontale Palino – Castiglione di Sicilia, 2 Contrada Piano Filici – Castiglione di Sicilia, 3 Contrada Sciaramanica – Linguaglossa , 4 Contrada Borriglione – Linguaglossa

NEL TERRITORIO DELL’ETNA DOC

L’Etna è stata la prima Denominazione di Origine Controllata istituita in Sicilia nel 1968. Tutti i vigneti di Generazione Alessandro si trovano all’interno della zona di produzione DOC Etna.

I vigneti e il vecchio Palmento

L’azienda si estende per circa dieci ettari sul versante nord-est del vulcano. I vigneti ricadono su appezzamenti che, sebbene molto ravvicinati, presentano caratteristiche geomorfologiche e microclimatiche diverse, influenzando profondamente la resa delle uve. L’antico palmento ospita la cantina di vinificazione.

Contrada Piani Filici

Il vigneto di Piano Filici si estende per quasi cinque ettari nel territorio di Castiglione di Sicilia, al confine con il comune di Linguaglossa. Acquistato nel 2015, è stato subito impiantato con viti di Nerello Mascalese e Carricante, e alcune piante di Catarratto. L’appezzamento – delimitato a ovest dal bosco e ad est dal Monte Pomiciaro – è idealmente suddiviso in due diverse porzioni: la parte orientale è caratterizzata da un’alta percentuale di pietra pomice rossa, una maggiore esposizione al sole e una ventilazione che la rendono ideale alla coltivazione delle uve a bacca rossa; la parte occidentale, invece, ha un suolo con profonde sabbie vulcaniche e gode di maggiore ombreggiamento, caratteristiche ideali per le varietà a bacca bianca. In questo vigneto nascono le uve che hanno dato vita ai primi due vini dell’azienda: Trainara Etna bianco DOC e Croceferro Etna rosso DOC.

  • Territorio: comune di Castiglione di Sicilia
  • Estensione: 4,5 ettari, di cui 2 impiantati a Nerello Mascalese, 2,2 a Carricante e 0,3 a Catarratto
  • Altitudine: 640 metri sul livello del mare
  • Esposizione: nord-est
  • Impianto: controspalliera con potatura a cordone speronato
  • Terreno: sabbie vulcaniche con elevata presenza di pietra pomice rossa
  • Anno di impianto: 2016
  • Densità impianto: 5.600 piante per ettaro
  • Resa per ettaro: 60 quintali
  • Epoca di vendemmia: prima decade di ottobre per il Carricante e seconda decade di ottobre per il Nerello Mascalese

Contrada Borriglione

In contrada Borriglione, a Linguaglossa, in prossimità di una vecchia cava di pietra pomice dall’inusuale colore rosso, sorge il Palmento che ospita la cantina di vinificazione, immersa tra le giovani vigne di Nerello Mascalese impiantante su due ettari di terreno terrazzato.

  • Territorio: comune di Linguaglossa
  • Estensione: 2 ettari di Nerello Mascalese
  • Altitudine: 660 metri sul livello del mare
  • Esposizione: nord-est
  • Impianto: alberello etneo
  • Terreno: sabbie e ceneri vulcaniche
  • Anno di impianto: 2020
  • Densità impianto: 6.000 piante per ettaro
  • Resa per ettaro: 60 quintali
  • Epoca di vendemmia: seconda decade di ottobre

Contrada Sciaramanica

Il vigneto di Sciaramanica è un piccolo anfiteatro che si sviluppa in terrazzamenti realizzati con muretti a secco che ospitano vecchie vigne di diverse varietà.

  • Territorio: comune di Linguaglossa
  • Estensione: 0,5 di Nerello Mascalese e piccole percentuali di altre varietà, principalmente Nerello Cappuccio e Alicante
  • Altitudine: 660 metri sul livello del mare
  • Esposizione: nord-est
  • Impianto: alberello etneo
  • Terreno: sabbie vulcaniche
  • Anno di impianto: intorno al 1950
  • Densità impianto: 8.000 piante per ettaro
  • Resa per ettaro: 45 quintali
  • Epoca di vendemmia: seconda decade di ottobre

Contrada Pontale Palino

A Pontale Palino, nel comprensorio di Castiglione di Sicilia, si estende un appezzamento di circa tre ettari, caratterizzato da una parte centrale con sabbie vulcaniche molto profonde, circondata da terrazzamenti più esposti e ventilati, e ricchi di scheletro.

  • Territorio: comune di Castiglione di Sicilia
  • Altitudine: 650 metri sul livello del mare
  • Esposizione: nord
  • Terreno: sabbie vulcaniche con presenza di scheletro